Blog

Articoli, curiosità e approfondimenti

Giardino in montagna

Il giardino in montagna è tutto speciale: l’aria, il panorama, le piante, i profumi, il terreno, l’atmosfera magica e misteriosa. Il giardino non deve essere un elemento trascurato della casa, anche se in pendenza. Ecco alcuni suggerimenti per renderlo più gradevole e funzionale. Le nostre montagne sono ricche di specie selvatiche. Il primo pensiero è di portarle nei nostri giardini, anche per preservarle. Prima di inselvatichire le specie nel vostro giardino consultate sempre un manuale che tratti l’ambiente naturale della vostra zona e la flora autoctona. La prima necessità della vita in montagna è un monitoraggio continuo della pendenza e il consolidamento di scarpate o terrapieni, in modo da evitare franosità o scivolamenti. Sfruttate il pendio per avere diversi livelli all’interno dell’edificio, alcuni dei quali saranno parzialmente o completamente interrati, altri liberi. Se ne avete la possibilità, inserite un giardino roccioso di piante alpine.Di solito il terreno di montagna è molto ricco di humus vegetale, scuro, dalla tessitura fine. Lo gradiscono rododendri, azalee eriche e piante erbacee come lupini, digitale, aquilegia e molte altre. Mentre se volete coltivare rose aggiungete un po’ di argilla ben lavorata.
Maggio 21, 2024/da Luciano Caprini

Giardini in pendenza

Per gli amanti della natura, la creazione di un bel giardino all’interno della propria abitazione è un sogno frequente. Spesso però le condizioni del terreno possono far desistere dalla sua progettazione, soprattutto quando il suo andamento non è pianeggiante presenta evidenti dislivelli. In realtà proprio questa caratteristica può trasformarsi in un segno distintivo e caratteristico dello spazio verde, con la creazione di terrazzamenti oppure mantenendo inalterato il pendio. In entrambi i casi, si possono ottenere risultati davvero suggestivi, complice la presenza di vegetazione rigogliosa ordinata oppure dall’effetto spontaneo con tratti selvaggi.
Aprile 25, 2024/da Luciano Caprini

Ristrutturare il giardino

Per ottenere il massimo risultato dalla ristrutturazione di un giardino, la prima cosa da fare è valutare attentamente lo spazio disponibile e la forma dell’area a tua disposizione. Dimensioni e forma del giardino, infatti, giocano un ruolo chiave nella pianificazione e nell’organizzazione degli elementi. Quando ci si trova di fronte a spazi piccoli o irregolari, è necessario cercare di sfruttare al meglio ogni centimetro quadrato seguendo alcuni suggerimenti. Inizia con una pianificazione attenta. Considera le diverse funzioni che desideri includere nel tuo giardino, come ad esempio una zona per sedersi e rilassarsi, un’area per il pranzo o magari un angolo per la coltivazione di piante aromatiche. Scegli arredi e elementi che siano proporzionati allo spazio, evitando di sovraccaricare l’ambiente con oggetti ingombranti. Se gli spazi sono davvero ridotti, ad esempio, ti consigliamo di optare per l’utilizzo di elementi verticali, come pareti verdi o pergolati, che creano un senso di profondità e aggiungono fascino all’ambiente. Questi elementi verticali attirano l’attenzione verso l’alto, creando un senso di profondità e allargando visivamente lo spazio.
Aprile 10, 2024/da Luciano Caprini

La Biomimesi e la progettazione dei giardini

L’idea di ispirarsi alla Natura per trovare valide soluzioni in risposta a molte sfide della vita quotidiana non è nuova. La frase "Troverai di più nei boschi che nei libri. Gli alberi e le pietre ti insegneranno ciò che non si può imparare da maestri" viene comunemente attribuita a San Bernardo di Chiaravalle, un monaco cistercense e teologo che visse nel XII secolo.
San Bernardo era noto per le sue scritture e il suo acceso interesse per la contemplazione della Natura come mezzo per avvicinarsi a Dio.
Gennaio 8, 2024/da Luciano Caprini

Progettare i giardini e il cambiamento climatico

Lunghi periodi di siccità con divieto di irrigare o viceversa piogge improvvise e abbondanti, caldo prolungato e temperature sopra le medie: è questo l’andamento degli ultimi anni della stagione vegetativa, anche i giardini soffrono di conseguenza è importante quindi un nuovo approccio alla progettazione dei giardini e delle terrazze.Attraverso la professionalità degli architetti del paesaggio e dei garden designer, attraverso lo studio accurato del luogo sia come terreno, fascia climatica e comportamento della flora autoctona si può cercare di tutelare il giardino dai cambiamenti climatici.Un percorso progettuale, quindi attento che coniughi sapere architettonico, botanico e agronomico, è il primo passo per evitare di dover ricorrere a interventi di rifacimento di alcune zone o addirittura dell’intero giardino
Dicembre 12, 2023/da Luciano Caprini

Progettare l’orto

Il desiderio di progettare un orto domestico affascina molte persone, sia per la possibilità di consumare verdura autoprodotta, quindi dalla provenienza sicura, sia come hobby che regala una grande soddisfazione personale.Se abbiamo a disposizione un appezzamento di terreno abbastanza grande, possiamo adibirlo ad orto in pochi e semplici passi.Certo, è sconsigliato piantare i semi o trapiantare le piante senza avere uno schema preciso. Non è solo una questione di ordine, quanto anche di produttività: radici troppo vicine potrebbero danneggiare a vicenda le piante o togliere elementi nutritivi che non consentono un adeguato nutrimento.Crescendo poi, i rami potrebbero intrecciarsi e avvicinarsi troppo, limitando lo sviluppo dei frutti sia in grandezza che in quantità.Anche per piantare le aromatiche è necessario prendere le misure, sia come spazio che come consociazione: alcune piante, se messe accanto, traggono giovamento una dall’altra; altre, invece, limitano a vicenda la propria crescita.
Novembre 21, 2023/da Luciano Caprini

Mente e Giardino

Prendendosi cura di un giardino, si cura la propria anima. Natura e mente sono intimamente connesse e interdipendenti, ecco perché prendersi cura della salute del pianeta sviluppando una coscienza sostenibile, o semplicemente di un piccolo giardino, è possibile solo a partire dalla trasformazione dell'idea che noi abbiamo della natura. L'ecopsicologia lo chiama inconscio ecologico, quel senso di reciprocità tra uomo e ambiente che ridefinisce i limiti dell'io e lo pone in una relazione costante. Una realtà primigenia che ha sempre abitato dentro di noi, una memoria che aspetta solo di essere rievocata.
Maggio 18, 2023/da Luciano Caprini

Arredare casa e giardino con le piante grasse

Le piante grasse si compongono di diverse specie tipicamente ornamentali, il loro aspetto scultoreo, si presta perfettamente alla composizione di un giardino sia in esterno che in interno, realizzato con un insieme di specie adatte a vivere all'esterno. Se si può disporre dello spazio adatto, un giardino di piante grasse può rappresentare un valore aggiunto per la propria casa, semplice da realizzare e che non ha bisogno di particolari cure, ne soprattutto di molta acqua. Naturalmente c'è bisogno di un terreno adatto, il sole non deve mai mancare e l'inverno deve essere abbastanza mite da garantire una sufficiente umidità per mantenere le piante in buona salute.
Febbraio 24, 2023/da Luciano Caprini

Il giardino sempre più un’oasi di pace

Le successive reclusioni hanno accentuato la necessità di godere dell'aria aperta. Per chi aveva un giardino, spesso era un aiuto prezioso per affrontare questo periodo difficile. Per i meno fortunati, la reclusione evidenziava la necessità di poter fuggire, anche da casa. Il mondo del giardino è quindi più che mai apprezzato. Ora è percepito come una vera e propria estensione della casa: uno spazio per essere coccolati, per sentirsi bene e per passeggiare. Come per ogni stanza della casa, anche per il giardino si lavora sull'atmosfera. Gli elementi decorativi per esterni si moltiplicano: tappeti, cuscini, luci, portacandele, sculture, sedute di design... L'obiettivo è duplice: creare un'oasi di pace per ricaricarsi, ma anche uno spazio conviviale da vivere insieme
Dicembre 15, 2022/da Luciano Caprini

Arredare terrazzi e giardini

Con il ritorno della bella stagione, quando le giornate si allungano e il sole splende alto in cielo, la necessità condivisa è quella di riappropriarsi della vita all'aperto e di godere il più possibile degli spazi all’esterno. Quindi più che mai quest’anno ricorre il tema dell'abitare en plein air: terrazzi, giardini e, perché no, anche balconi diventano piccole oasi di pace. La produzione, tra la ricerca di comfort e nuove soluzioni tecnologiche verte su elementi d’arredo, strutture e materiali che portano all’esterno tutti i principi base dell’architettura di interni. L’outdoor diventa così sempre più simile all’indoor di una casa accogliente e ricercata. Le regole sono le stesse, sia per un piccolo balcone che per un terrazzo dalle grandi metrature: semplicità, materiali e colori naturali, illuminazione solare.
Novembre 18, 2022/da Luciano Caprini

La scelta dei faretti in giardino

Come un regista che osserva la scena da un determinato punto di vista, il progettista può scegliere di pennellare con la luce gli elementi del giardino o del paesaggio. Alberi e masse arboree, con la loro forma, colorazione e sviluppo diventano gli attori della scena. Connessioni visive e prospettive diventano lo strumento attraverso cui trasmettere precise chiavi di lettura dell’ambiente circostante. Gli apparecchi di illuminazione devono essere concepiti per assecondare la mutevolezza e la complessità degli elementi naturali. Devono diventare strumenti flessibili e facilmente orientabili. Devono fondersi nel giardino e mimetizzarsi nel contesto attraverso forme esili e leggere e colorazioni naturali.
Ottobre 29, 2022/da Luciano Caprini

I giardini pensili di Singapore

A Singapore è stato inaugurato un nuovo grattacielo: è CapitaSpring, un'oasi alta 280 metri che contribuisce allo sviluppo verticale della città. È tra le torri più alte della metropoli ed è stato progettato dal Big- Bjarke Ingels group in collaborazione con la Carlo Ratti Associati. Si trova nel cuore del distretto finanziario, proprio dove in precedenza sorgevano un parcheggio pubblico e un hawker center. Il grattacielo è stato ufficialmente completato dopo una fase di costruzione durata quattro anni.A oggi, più del 99% dello spazio per gli uffici e per i negozi è stato dedicato al grattacielo di 93mila metri quadrati, adibito a un uso misto, che si contraddistingue per il suo gioco dinamico di linee ortogonali, i giardini e le diverse trame della facciata. In aggiunta ai rigogliosi giardini e al parco sul tetto, CapitaSpring comprende anche una residenza per i cittadini, un hawker center, ristoranti e spazi pubblici.Ad altezze diverse, gli elementi verticali che compongono la facciata dell'edificio si aprono per permettere di vedere scorci delle oasi verdi e del giardino sul tetto. Il grattacielo ospita più di 80mila piante, con un green plot ratio, un'area verde totale di oltre 8.300 metri quadrati, equivalente al 140% dello spazio occupato.
Settembre 28, 2022/da Luciano Caprini

Giardino nell’acqua

Dall’antichità, fino ad oggi, in tutti i tempi, è uno degli elementi che più si presta in giardino ad essere giocato in mille variazioni, parliamo dell’acqua.Nei giardini egiziani l’elemento focale erano le decorative vasche centrali, mentre altre vasche, più piccole, poste in vari angoli nei pressi delle aiuole, servivano essenzialmente per irrigare le piante.Nella Francia di re Luigi XIV, in residenze regali, come Versailles, c’erano grandiose opere, su canali e laghi artificiali si muovevano ogni sorta di barche, gondole e gondolieri fatti arrivare appositamente da Venezia, mentre una vera “flotta da giardino” con tanto di ammiraglio inscenava battaglie navali nei canali.La fantasia, nella costruzione degli impianti d’acqua dei giardini, non si mai è fermata, neppure davanti alle più estrose realizzazioni… Oggi, però, per motivi ovvi di spazio e di economia, si realizzano opere più modeste, ma non ci si priva del piacere dell’acqua.Fontane, ruscelli, sorgenti, vasche, semplici botti, giochi, piccoli canali, laghetti e piscine tradizionali o biologiche, grandi o piccole, per ogni situazione si trova una soluzione dal sapore squisitamente personale.
Agosto 22, 2022/da Luciano Caprini

Giardino Urbano

La coltivazione di piante e ortaggi nel proprio giardino urbano, fenomeno noto come urban gardening, sta attraversando una fase di crescente popolarità. Sono sempre di più, infatti, quelli che scelgono di “produrre” in autonomia i propri alimenti. Seguire questo trend è piuttosto semplice, poiché non richiede particolare attrezzatura e si può implementare anche sul balcone o in terrazza, vale a dire lì dove c’è spazio a sufficienza. Per cominciare servono terreno e vasi, nella fattispecie letti rialzati, decisamente più flessibili da disporre sulla superficie. Completano la dotazione necessaria, pale di piccole dimensioni, annaffiatoi, tutori e guanti da giardinaggio. La primavera è la stagione ideale per i primi tentativi di coltivazione.
Luglio 19, 2022/da Luciano Caprini

Il Giardino Zen

Il giardino Zen è un luogo di pace, relax e meditazione. Le sue linee essenziali e l’aspetto calmo creano uno spazio intimo dove rilassarsi e connettersi con lo spazio circostante, e la propria interiorità
Giugno 8, 2022/da Luciano Caprini

Il Giardino verticale

“In principio, il giardino fu orizzontale” precisa, non senza una certa ironia, Jacques Leenhardt, sociologo francese e autorevole studioso delle idee di natura nell’arte e nell’architettura. L’affermazione, oltre a rinviare implicitamente al carattere costitutivo del giardino come piano coltivato e luogo da abitare, ci invita a riconoscere il suo tradizionale dominio espressivo, dato dal legame privilegiato tra piante e suolo. Anche se nel corso dei secoli passati, sfruttando morfologia e dinamiche di crescita di diverse specie botaniche, sono state sviluppate svariate tecniche di giardinaggio e orticoltura in verticale, il giardino rampante è invenzione recente.
Maggio 2, 2022/da Luciano Caprini

Progettare il giardino con le erbe decorative

Le erbe decorative o ornamentali sono piante che nel corso dei secoli hanno portato benefici sia agli abitanti di questo pianeta, sia alla terra stessa. Queste erbe che provvedono a nutrire il nostro corpo e la nostra anima sono state trovate in ogni continente, compresa la zona artica dove null’altro cresce. Il loro utilizzo a livello ornamentale ha una storia molto più recente, solo nei primi anni del 900 l’introduzione di nuove selezioni e varietà ha infatti stimolato l’utilizzo di queste piante nei giardini e negli ultimi anni la loro presenza è diventata quasi irrinunciabile nei progetti dei più importanti garden e landscape designer a livello mondiale.
Marzo 22, 2022/da Luciano Caprini

Genius loci in giardino

Tutti conosciamo dei luoghi la cui atmosfera, esercita un effetto benefico e rilassante, dei luoghi che ci fanno bene all’anima e sono essenziali per vivere in modo equilibrato nell’odierna pressione quotidiana che ci priva di esperienze spirituali. Per molti di noi possono essere delle scogliere a picco sul mare, delle verdi vallate o delle distese di felci in un bosco, dei luoghi in cui soffermarsi, annullare il tempo e godere dell’effetto che esercitano su di noi. 
Febbraio 16, 2022/da Luciano Caprini

Riscopriamo in giardino le “cose semplici”.

I giardini nei secoli sono sempre stati condizionati dalle mode e dagli stili, dai giardini “all’italiana”, a quelli “alla francese”, per poi transitare da quelli “all’inglese”, ai romantici fino a quelli moderni. Di quest’ ultimi i più conosciuti sono sicuramente quelli che arredano i più famosi parchi di divertimento o i grandi mall in tutto il modo, progettati e creati all’insegna di una fantastica e sognante parata architettonica, un susseguirsi di vero e finto, parti di un mondo irreale che ci permettono di trovarci in poco più di cinque minuti, da un meditativo giardino di Tokio, ad un desertico paesaggio del Nevada. 
Gennaio 7, 2022/da Luciano Caprini

I colori in giardino

Il colore in giardino, se ben utilizzato, è uno degli strumenti più efficaci che possiede il giardiniere: esso da vita al giardino infondendogli un'atmosfera speciale. Essendo intensamente emotivo, il colore può alleviare o rinfrescare lo spirito, eccitare o sorprendere la nostra sensibilità, ma di rado ci lascia indifferenti. In giardino il colore è molto meno statico che in altri utilizzi: cambia con le condizioni atmosferiche e nelle diverse ore del giorno e può trasformarsi nell' arco di una stagione o di un anno.
Dicembre 1, 2021/da Luciano Caprini

Fonti di ispirazione per la progettazione dei giardini

I giardini sono il luogo di incontro ideale per idee e discipline diverse.
Coinvolgono i cinque sensi, stimolano con il colore e il movimento, come pure con le forme e le tessiture, si rifanno alla religione e alla filosofia e riflettono le fluttuazioni delle stagioni e del tempo che muta.
Novembre 9, 2021/da Luciano Caprini

Xeriscaping progettare giardini sostenibili

Lo Xeriscaping dal greco xeros che significa asciutto è la pratica di progettare giardini sostenibili, allo scopo di diminuire il più possibile l’irrigazione fino quasi ad eliminarla sfruttando essenze che si sostengono con la sola pioggia naturale, ed adattarli alle condizioni esistenti del territorio in cui vengono realizzati.
Novembre 4, 2021/da Luciano Caprini

Dalle orangeries ai moderni giardini d’inverno

All’interno del giardino, la serra-salotto, ben inserita può essere considerata sullo stesso piano del pianoforte nelle ville: una struttura essenziale, per completare il complesso progetto paesaggistico ricco di scenografie sorprendenti ed atmosfere sempre più coinvolgenti e sempre più esclusive.
Ottobre 19, 2021/da Luciano Caprini

La scelta dello stile nella progettazione di un giardino e di una terrazza

La scelta dello stile nella progettazione del vostro giardino deve essere personale quanto quella dello stile della vostra casa.
Ottobre 6, 2021/da Doreen Scuri
La giusta scelta delle essenze nella realizzazione di un giardino

La giusta scelta delle essenze nella realizzazione di un giardino

Le piante sono l’essenza stessa del giardino, poiché ne colmano il disegno di base e creano svariate scenografie secondo uno stile particolare.
Ottobre 1, 2021/da Doreen Scuri
Garden Design: la progettazione dei giardini

Garden Design: progettazione di giardini e terrazze

Vi è mai capitato di sedervi sull’erba del vostro giardino a osservare, a guardarvi intorno? A pensare liberamente di piantare un nuovo albero o di scegliere quale materiale utilizzare per il nuovo vialetto che porta al gazebo. Che siate consapevoli o meno di ciò che state immaginando, non è importante. Ciò che avete fatto è dare la vostra impronta a quel pezzo di terra e creare nuove scenografie per migliorarlo. Quindi che sia la prima volta o la centesima benvenuti nel garden design.
Settembre 9, 2021/da Doreen Scuri
Valorizzare l'acqua nella progettazione di un giardino

L’acqua in giardino.

Un giardino senz’acqua risulta senza linfa vitale, privo di anima. Il simbolismo dell’acqua si deve ai giardini desertici islamici, paradisi chiusi tracciati dai quattro fiumi della vita. Gli arabi introdussero questo simbolismo in Spagna in epoca settecentesca, dove furono trasformati in canali, vasche, maestose fontane, come i grandiosi giardini di Granada. All’inizio del XVI secolo i Mogol, portarono le tradizioni persiane, in Afghanistan, nelle polverose pianure indiane, fino alle verdi colline del Kashmir dove l’impiego dell’acqua,  divenne la più alta forma d’arte, con acrobatiche cadute studiate per catturare la luce.
Agosto 4, 2021/da Doreen Scuri
Progettare il giardino per raggiungere un giusto equilibrio

Alla ricerca dell’armonia. Progettare il giardino per raggiungere un giusto equilibrio.

Stilare un progetto per un giardino, anche se di grafica semplice, è sempre di grandissimo aiuto per attuare una corretta sistemazione delle piante, sia in un piccolo giardino sia in un grande parco. Pur sembrando complicato, dato che le piante reali sono ben diverse da quelle disegnate, esso consente di visualizzare l’intero schema di impianto, mentre un semplice elenco di essenze concentra l’attenzione su una specie per volta.
Luglio 22, 2021/da Doreen Scuri